mercoledì 29 aprile 2009

E ci risiamo..............


Alle 6.35 ero in pista....fuori uno spettacolo.
Il cielo è passato dalle nubi all'indaco, in dieci minuti.
Caffe, doccia e subito in giardino.
La sensazione era quella della foresta.
Il torrentello che si trova sotto alle nostre balze, all'interno del bosco è sempre in secca ed affiora solo dopo pioggie copiose.
Stamattina sembrava un fiume impetuoso....un suono così inusuale, mi sono attardata a girare intorna alla casa per ascoltarlo.
E poi il frastuono degli uccellini. Si sentiva parlare ogni lingua: le rondini, lassù in alto, i cuculi, i colombi, i fischi dei merli, i passerotti....e poi la terra che fumava, riscaldata dal primo sole.
Una scenario da delta dell'Orinoco....mancavano le grida della scimmie, degnamente sostituite dai versi penetranti dei picchi, e venti gradi in più!
Ma il gioco è durato il tempo di un'illusione.
Macondo e ripiombato nel suo personaggio ed alle undici le nubi grigie riprendevano possesso del cielo ed ora....uragano, con tanto di grandine!
Sarà vero che da domani splenderà il sole?
Bello, limpido e caldo?
Gli iris bianchi, appena sbocciati ed alti più di un metro, stanno stoicamente resistendo alle frustate del vento ed alla furia dell'acqua, ma temo che se continuerà ancora, si piegheranno, arresi, sull'erba.
Domani è l'ultimo giorno di Aprile, poi inizierà Maggio, che quasi sempre, qui in brianza, coincide con il mese più piovoso......non sia mai detto!!!!
Sob...gasp....gulp....glu-glu-glu!!!!!!!!!!!

5 commenti:

Donnachenina blog ha detto...

Cara Syl-vietta...non credo ai miei occhi, e in più non finisco più di meravigliarmi delle coincidenze...non avevo ancora aperto il tuo blog...non l'ho aperto nemmeno ieri che sono stata fuori casa...ho finito un post in questo momento...e indovina di cosa si tratta?
Un campo di Iris è il titolo...non bianchi certo...ma IRIS.
E ora parliamo dei tuoi Iris...spettacolo straordinario della natura, fai bene ad usare "stoicamente" per loro, perchè davvero stoici lo sono!!
Troppo bello pensare a come è il tuo giardino e a quante soddisfazioni ti dà, sono davvero contenta per te...Syl...il tuo giardino è il braccio destro di Vercinge...quello che non arriva a poterti dare lui (perchè umano...) te lo lo dà la meraviglia del giardino...poi lo so...ti mancano lo stesso altre cose...ci penso anche spesso a questo...
Goditi tutto e in particolare quel canto meraviglioso degli uccellini, quel lingiaggio così armonioso che qualcuno ha detto che chi si avvicina al misticismo comincia anche a intendere..
Un abbraccio Syl e buona continuazione, con la speranza che torni il nostro amico SOLE!
Bacio
Franca
P.S.- Grazie dei complimenti della foto sulla tazzina, mi fa piacere essere avvicinata alla tua mamma...in fondo..quasi quasi potrei anche esserlo..la mia Silvia ha già 35 anni!
ciao

Emi ha detto...

speriamo che domani splenda il sole...e non solo domani!!! qui fa un freddo che si gela, e non ho ancora smesso di portare gli abiti invernali pesanti, mi sembra che questa primavera non voglia più arrivare.
ps iris bianchi? pensavo ci fossero solo viola:)
un abbraccio da Emi
ps grazie per le info su Paola, ora l'ho vista anche sul suo blog:)

Anonimo ha detto...

Non posso pensare ad un maggio piovoso dopo questo aprile....grazie per la bella foto di Paola ,io l'ho trovata molto bene e con il suo solito spiritaccio baci zi

aleph ha detto...

No no, non smette più, mettetevela via. Nel mio giardinetto stanno spuntando le alghe

Anonimo ha detto...

Amore mio bello,un descrizione veramente super ed è un piacere leggerla,vorrei anch'io dire qualcosa ma hai già detto tutto te e lo hai detto così bene che io farei un po pena.Complimenti e baci Babbo