venerdì 1 maggio 2009

Candela.

Petra.
Come la fiamma di una candela, ti stai consumando, giorno per giorno.
La vitalità del fuoco che ti ha sempre posseduta, si stà stemperando nella luce tremula di una fiammella.
Non sò per quanto tempo ci illuminerai, ma certo non per molto.

8 commenti:

la signora in rosso ha detto...

mi dispiace molto. Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Cara Petra sei stata un cane meraviglioso e resterai sempre vicino a me ,per tutto il resto della mia vita.Non importa per quanto tempo ancora il tuo lumino continuerà a brillare,per me resterà sempre acceso e anche se tenue servira a scaldarmi un po il cuore Baci Babbo

Buba ha detto...

purtroppo vorremmo tenerci vicino i nostri pelosi per sempre, ma non è possibile, così va la vita.... mi dispiace, il tempo con loro passa troppo velocemente, e il dolore al solo pensiero della loro dipartita non può che essere lacerante....

achab ha detto...

un saluto,passavo x caso è bello il tuo blog.

aleph ha detto...

Uff, che brutta roba! Sono molto sensibile su queste cose...sapere o vedere cagnoni o gattoni che soffrono mi annichilisce.

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Syl-vietta in questi ultimi giorni seppure non ho un giardino, le ore che passo fuori nel piccolo spiazzettino del condominio sono davvero molte, e sono andata anche a passeggio nei boschetti...le robinie sono tutte coperte di bianco e i loro grappoli emanano un profumo che a me piace tanto...ne ho raccolte un po' ieri ed ora in casa si respira aria di bosco!
Non ho affrontato subito l'argomento del tuo post...perchè mi sento un po' in difficoltà, non ricordo di aver letto in qualche post recente di questo evento che si prospetta con Petra...ma ora mi pare di ricordare che è la sua età il problema inevitabile...è così Syl?
Mi dirai poi tu...certo deve essere difficile affrontare questo....ho visto un mio fratello con il suo cane...morto dopo aver subito più incidenti e come destino finale finito sotto le ruote di una retromarcia...di sua figlia.
Non avevo mai visto mio fratello così triste...lo è stato per tanto tempo...e non ha accettato di prendersi un'altro cane per la paura di dover riaffrontare quel dolore.
Per non parlare poi dell'argomento che ho trattato nel mio blog, del film Le chiavi di casa...sono d'accordo in pieno con te cara Syl..è troppo grande trovarsi vicino ad un figlio in certe condizioni...noi in famiglia abbiamo avuto anche questa esperienza,l'altro mio fratello non quello del cane...quello che mi precede, il penultimo di 4, io sono l'ultima...ha un figlio che ha un Handicap molto grave...ogni volta che lo vedo provo una fitta al cuore..eppure la mamma (mia cognata, mi pare una donna più serena di tante altre!) non capisco da dove attinge la sua forza, solo la fede aiuta in queste cose, ma non è il caso di mia cognata...gli arriverà dall'amore di proteggerlo almeno fino a quando lei ci sarà...il dopo è difficile immaginarlo.
Un abbraccio grande e un buon inizio di settimana cara Syl un bacio
Franca
P.S.- Grazie per l'apprezzamento della mia ultima trovata pittorica!

Anonimo ha detto...

Dolcissima Petra, è impossibile non amarti !
Cara Silvia, mi dispiace tantissimo. So quanto la ami e posso solo immaginare il tuo stato d'ansia e di angoscia nel vederla spegnersi. Ti abbraccio forte forte. io

aleph ha detto...

Allora??? Novità???