mercoledì 24 febbraio 2010

Undicimarzo!

Si, si, si.....................ci siamo!
Saliti sul treno!
Finalmente il telefono ha squillato.
Beh, allora vi racconto proprio tutto, così vi faccio ridere.
Ore 10, Roby è a casa e mi sta aiutando ad infilarmi le calze, io sono seduta, ma in equilibrio precario, con un piede in una mano e nell'altra, la calza da mettere.
DOGMA: la legge di Murphy arriva sempre, anche se le notizie sono buone, il momento è facilmente poco opportuno.
Sicchè............DRINNN.........io che gli che gli dico: "Prendi tu il telefono, in questa posizione non posso rispondere, ma chi è?", risposta laconica e forse un pò temuta:"Non sò, sul display c'è chiamata anonima!". Orecchie che si drizzano:"Vuoi vedere che è il dottor Rossi, sono 10 giorni che aspetto di parlargli ed ora non riesco......vabbè parla tu!".
E così fù.
Non era lui in persona, ma un conoscente di Roby che si è fatto in quattro per aiutarci in questo frangente, il quale gli dice che ha incontrato il dottor Rossi stamattina presto in reparto e subito l'ha chiamato e gli ha parlato di me. Tuttavia egli gli ha detto che già sapeva tutto del mio caso, era già stato allertato dal neurologo che mi aveva visitata e dalle mail ricevute su di me da parte del suo capo, amico di Roby di vecchia data e che mi avrebbe telefonato oggi per fissare il giorno dell'appuntamento.
Comunque, visto che la situazione era già definita e chiara e non urgentissima, approfittava della sua presenza per darmi il rendevouz direttamente tramite lui.
Devo dire che nemmeno una celebrità avrebbe potuto desiderare un trattamento migliore: c'è stata una mobilitazione generale pazzesca, vecchi amici, attuali amici, medici appena conosciuti e disponibilissimi......insomma una gara di solidarietà ed efficienza davvero sorprendente.
Adesso sono tranquilla, ho il mio appuntamento, potrò provare qualcosa di nuovo e speriamo di efficace.
Undici marzo, mi piace, è quasi primavera.....siamo vicini, solo due settimane!
Forse sarà un poco "la mia volta"??
Roby, questo è per te: ti ricordi cosa ti diceva Juri, ogni sera, quando ti salutava dopo la giornata a far casino in "baseina"?
Col suo marcatissimo accento russo e quella faccia da russo, che più russo non si può, gli occhietti stretti stretti, ridotti a due fessure blu, ti guardava e ti diceva:"Ruobbi, sei grande!".
Passano gli anni, ma tu sei sempre grande.
Anzi di più.

9 commenti:

Ely ha detto...

bene bene bene!!!! 11 marzo sicuramente porta bene e un grosso in bocca al lupo! un bacione Ely

la signora in rosso ha detto...

Chissà se questo dott. Rossi è anche carino??? Sicuramente non può essere migliore di Ruobbi!!! A presto

Anonimo ha detto...

oh finalmente!!!!!!!!!!!!sono contentissima per te!!Ho letto tutto con grande interesse,e immagino quanto tu sia ora felice.Ogni tanto qualche cosa gira per il verso giusto?????Era ora mia cara Conni!ti abbraccio stretta stretta ed un grande abbraccio anche al "grande"Roby.

francesca ha detto...

Evvai!!!! Salutaci da questo treno.....
francesca

Emi ha detto...

sono immensamente contenta per questo inizio, che sia l'inizio di qualcosa di straordinario:)
un abbraccio cara

parolearia ha detto...

sono felice Oba, e Ruobby è sempre un mito !
ginoporco

aleph ha detto...

Te devi essere dello scorpione...sisisisisi

monteamaro ha detto...

Chi la dura la vince!!
Eppoi questo nostro dottor Rossi, col suo classico cognome all'Italiana, mi ispira fiducia... Forza allora col conto alla rovescia!
E dall'8 all'11: Mimose per te!!
In bocca al lupo Syl!
p.s.
Ruobbi grande? Mai dubitato!

Anonimo ha detto...

11 marzo ?????
Bellissima data !
Ora ti mando una e-mail
Gli auguri in questi casi non si fanno, per cui ti dico:
MUCHA MIERDA !
Un bacio fiorellino
io