giovedì 22 ottobre 2009

Sbigottita.

Ma perchè? In fondo è una cosa che si dice sempre, la realtà supera la fantasia.
Archiviato il capitolo caldaia, con l'intervento dell'idraulico, che piuttosto che lasciarci al freddo e senz'acqua calda, è venuto a finire il lavoro dopo cena, sostituendo il mefitico tubo difettoso, pensavo di aver terminato con le sgradite sorprese, almeno per questa settimana.
Illusa....il bello doveva ancora venire ed è arrivato ieri!
Ricordate il discorso in merito alla stiratrice, di questa estate?
Bene, martedì mattina mi telefona e mi chiede se può passare a trovarmi, si tratta di una cosa veloce......ed io le rispondo che l'avrei vista volentieri mercoledì pomeriggio.
Si, perchè in fondo la conosco da 30 anni ed ho pensato che volesse far due chiacchiere, non ci eravamo congedate con astio, tant'è che le avevo lasciato le chiavi del cancello, dicendole che se avessi avuto ancora bisogno, almeno le aveva già e poteva entrare senza problemi.
Così ieri pomeriggio è arrivata.
A parte che erano le due, non si tratta di formalità eccessiva, ma non si và a scassare i maroni alle due a casa degli altri!
Io avevo da poco finito di pranzare e stavo scaldandomi un pò di caffè, pensavo che fosse Roby, arrivato prima dal lavoro.
Invece compare dall'ascensore la poverina.
L'accolgo affettuosamente e le offro un pò di caffè, che rifiuta, si siede al tavolo e mi butta lì le chiavi, dicendo:" Sono venuta solo a riportarti le chiavi, in fondo non mi serviranno più, visto che mi hai lasciata a casa quando ti ho chiesto l'aumento di 50 centesimi, non è cosi?".
Io ho sentito il calore salire dal collo, ho teminato di sorbire il mio caffè, poi ho sollevato lo sguardo su di lei, che mi guardava, rossa come un peperone, dall'altra parte del tavolo.
Potete immaginare?
Con tutta la calma della quale non sono particolarmente dotata, ma che in quei momenti mi esce da non sò dove, le ho detto qualunque cosa.
Per 20 minuti.
Lei è rimasta schiacciata contro lo stipite della porta, si, perchè a quel punto non osava nemmeno più star seduta e cercava, inutilmente, di arrampicarsi sui vetri per giustificare la sua maleducazione, arroganza, malafede e meschinità.
Alla fine l'ho accompagnata alla porta, per chiudergliela ben serrata alle spalle questa volta, non aveva nemmeno il coraggio di guardarmi in viso per la figuraccia che aveva fatto, aveva gli occhi lucidi e quando avevo già chiuso la porta del box, mi chiesto di salutarle tutti.
Ora, posto che sono contenta di essermela definitivamente (spero!), tolta dai piedi, devo ammettere che mia nonna aveva ragione.
Per anni le abbiamo dato contro, ma aveva ragione!
La sento ancora nella orecchie, la sua voce, quando girava per casa, dicendo: "Quella lì l'è tutta scema!!".
Bye..............

3 commenti:

calendula ha detto...

mamma mi fanno paura le persone che rimuginano tanto tempo sulla stessa cosa... a mio parere sono pericolose... per fortuna che la signora in questione non ha più nemmeno le chiavi del cancello............

Anonimo ha detto...

Cara Figlia era il minimo che tu potessi fare .Pensa hai preso due piccioni con una fava, primo ti sei levata dalle scatole una impertinente maleducata,secundo hai anche trvato un ottimo rimpiazzo, Baci Babbo

Buba ha detto...

cara syl, i guai purtroppo si accumulano si riversano tutti insieme, cmq ha ragione il tuo papà