sabato 24 gennaio 2009

Sogno..............


Bellissimo.
Che altro dire......i sogni, come abbiamo già sottolineato, non sono desideri, è vero, ma questo è stato stupendo e mi ha fatto iniziare la giornata col sorriso, così ve lo racconto.
Sono a Parigi, città che amo, è sera e mi trovo in compagnia di tanti amici dei tempi dell'università.
Come al solito cammino.
Siamo sugli Champes Elysès, perdonatemi non sò ne scrivere nè parlare il francese, ed il lontananza vediamo l'Arco di Trionfo.
La serata è limpida e gelida e tutto è illuminato da mille luci....gli alberi che costeggiano la strada ed in fondo, l'Arco.
Noi, entusiasti, iniziamo a scattare fotografie, mentre cominciamo a passeggiare, dirigendoci verso l'Arco di Trionfo.
Ad un certo punto, io mi accorgo di una piazza che si apre alla mia destra.....una stupenda fontana di marmo rotonda, quel marmo venato che dà sul verde, al centro un vigoroso zampillo di acqua.
Siamo attoniti, tutti.
Poi guardo a terra e vedo che la pavimentazione è troppo lucida....strano....la tocco ed è fatta di ghiaccio!
A quel punto, non sò come e perchè, prendo i miei pattini, li calzo ed inizio a pattinare.....c'è anche la musica ed io volteggio, salto, avanti, indietro, faccio le trottole......fantastico!
Tutti mi guardano e sono ammirati e battono le mani!!!!!
Premetto che nella realtà amavo moltissimo pattinare sul ghiaccio, ma non ero di sicuro una campionessa!!!
Mi divertivo e basta.
E non sono stata influenzata minimamente dalle competizioni, che ho scoperto solo oggi che si stanno svolgendo in questi giorni.
Beh, non saranno desideri, ma questa volta siamo davvero molto vicini!
Ed intanto il tempo è anche oggi grigio e c'è........ghiaccio!!!!
Bye...........

7 commenti:

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Syl, intanto venendo qui, ho potuto pasteggiare con il tuo sogno, che adesso mi farà un po' lavorare, ma non permetterti però di definirti una rompiballe, perchè ti sei permessa di chiedermi un consiglio per il Calicanto, anzi...sono tutta contenta...
Però il consiglio preciso, te lo darò tra un giorno, e ti dico perchè: io tutte le sttimane vado in serra a comprare fiori per Ale, e sono di casa e in rapporto di fiducia con quelli che lavorano al vivaio, non mi imbroglierebbero in nessun modo, e chiedo a loro come è meglio fare per il tuo desiderio del Calicanto.
Tornando a questo sogno, ti dico che è sì, in questo caso come dire un desiderio, ma in psicologia si usa un'altro termine, e cioè viene definito "un sogno complessuale", ma non interpretare il termine in senso negativo, perchè il tuo sogno è bellissimo, per fortuna tua...il nostro inconscio, ci suggerisce cose della quale siamo coscienti solo per metà....tu nel sogno, prendi i tuoi pattini, e voli e volteggi...sarebbe stato neagtivo che scoprendo la pavimentazione di ghiaccio, tu avresti avuto una reazione negativa, ma per fortuna non è così...questo sogno ti riporta al tuo periodo universitario, quindi quando ancora aldilà, delle prime avvisaglie avevi ancora intatte tutte le tue energie, e tutti i tuoi sogni (in questo caso...proprio reali...), ma qui il sogno ti dice, che tu hai quella energia...
Ti dirò un po' per volta dei tuoi sogni ,e di me, perchè se mi permetto di dirti qualcosa su un sogno tuo, è perchè non sono proprio inesperta...ho frequentato una scuola di specializzazione per analisti (anche se i non ho nemmeno il diploma di scuola superiore, come ti ho già detto all'inizio), e ho fatto io stessa un lunghissimo percorso analitico, che mi ha salvato di sicuro dal peggio, nonostante tutto...a proposito, ma a quelli che hanno la tua problematica, le strutture offrono anche consulenza psicologica?
Dovrebbe essere così, almeno mi pare di aver capito da una ragazza che abita qui vicino casa mia...ma poi ogni città, ha la sua organizzazione...e c'è anche da dire, che non tutti accettano quello che le strutture offrono, io ad esempio non ho mai fatto, nemmeno un semplice colloquio al distretto mutualistico, e le mie analisi me le sono pagate, anche se sono stata fortunata e ho incontrato sulla mia strada persone che mi sono venute incontro.
Ed io se posso, vado incontro a chi si è imbattuto in me,con l'umiltà di sa di non sapere mai abbastanza naturalmente, en passant ti chiedo cosa ti fanno venire in mente a te "le rose gialle", del primo sogno..ti ricordì? secondo me, è l'unico tassello che da sola non sono riuscita a collocare...anche in quel caso, secondo me, si tratta di un sogno complessuale,ma non sono arrivata a capire cosa l'inconscio, ti stava suggerendo con quel sogno...aggiungo solo, che avendo allora fatto la ricerca della simbologia, avevo trovato fra le altre simbologie delle rose gialle (simbolo di gelosia il più comune)uno che mi aveva sorpreso, perchè va in opposizione al simbolo di gelosia, e cioè che le rose giualle, venivano usate per gli sposi, per auspicarne la fedeltà, quindi la gelosia al contrario...io prendendo in considerazione, questa simbologia (quella della fedeltà..)ho letto nel sogno, un bisogno di veder riconfermata la fedeltà nonostante, tu non sia più quella che il sogno ti fa vedere, cioè, non sei mai sulla tua sedia, e poi ti colloca in un altro mmento bellissimo della tua vita, dove hai consumato tanti paia di scarpe, potevi farlo...e non a caso, hai scelto NY, come luogo, tu sai meglio di me che lì si svolge la famosa maratona...io quando ho fatto la ricerca la prima cosa che mi ha colpito è stato: "Maratona NY: un affare da 200 milioni di dollari" notizia del nov.08, e qui ci metto dentro pure, Gerry Scott che è conduttore di una trasmissione che fa vincere tanti soldi, l'inconscio è un regista bizzarro,se invece di Gerry Scott, tu avessi scelto un pinco palla sconosciuto, ti saresti allontanata dal riferimento della maratona e restava solo un'altro appiglio, perchè hai scelto NY, come città e non un'altra, non credo che tu abbia visto solo NY....
come del resto,mi sono sorpresa nell'altro delle scarpe, che vai a sognare le Crock (non so più come si scrive, ma fa lo stesso...), perchè proprio quelle, fra tutte le scarpe che ci sono, poi ho scoperto come sono, e sinceramente sono brutte...lì ho fatto più di una supposizione..(una tra parentesi..è che quelle scarpe assomigliano, a quelle che si portano in ospedale..ma quelle sono verdi, tu le sogni di tanti colori, e poi ne scegli un paio rosse), però mi è venuto in mente in quel momento un'altra cosa, che ti riguarda e cioè che tu ti sei laureata in "Biologia molecolare", quindi vado in Wikopedia a cercarla, e subiuto ho creduto di dover atribuire al tuo sogno, anche un altro significato oltre quello che già ti ho citato, intanto aprendo la pagina, noto con sorpresa, che mi trovo davanti ad una pagina con illustrazioni colorate e poi sotto ad una di queste immagini (puoi verificare da sola,l'immagine è sulla destra) c'è scritto:
La detrminazione della struttura chimnica del DNA da parte di James Watson e Francis "Crick", etc. l'ho messo virgolettato, perchè mi suyona questo "Crick" come qualcosa che richiama il tuo sogno, l'inconscio è intelligentissimo anche se non proprio precisissimo, ma bensì approssimativo, un po' come quando noi non ci ricordiamo nella veglia un nome, e ci andiamo vicini , ma non è ancora finita la sorpresa, perchè leggendo tutto quello che sotto la voce Biologia Molecolare si trova, nella sezione voce trovo:
Il termine biologia molecolare, risale al 1938, coniato da Warre Weaver, direttore della Fondazine Rockfeller, che credeva in uno sviluppo della bi9logia a livello molecolare, grazie ad avanzamenti significativi di discipline quali la cristallografia a raggi X.
Ora tu dirai, ma cosa c'entra tutto questo?
Per c'entra e come!
Ma tu questa cosa di Rockfeller la sapevi? e ancora sapevi che il termine biologia molecolare è stato coniato nel 1938, e che la maratona di NY (l'ultima naturalmente...la prossima sarà nel 2009, quella del 2008, era la 38ottesima?, ecco Silvia, a te può sembrare un percorso da pazzi, ma l'inconscio lavora così.
Ecco perchè tu non hai scelto, un'altro personaggio al posto di Gerry Scott (oltretutto poco affascinante, ma io attraverso questo indizio, sono arrivata ad altro...magari tu potresti, dirmi che non c'è niente in quello che io ho visto in quel sogno, quando si fa analisi...il paziente deve essere poi d'accordo cn l'analista sulla interpretazione se nò, e pura imposizione...sarò contenta se tu mi dirai, che quello che io ne ho tirato fuori, non è prorpio così strampalato, i due sogni sono stati in sequenza...prima Gerry..e poi le scarpe, ma l'inconscio a seguirlo ha una sua trama perfettaSilvia, se vuoi dopo aver letto, cancella pure tutto, purtroppo o non ti dico o ti dico, però per me è impossibile, ignorare la privacy di una persona, anzi, se non vuoi fenare il mio entusiasmo, accontentami dopo i miei commenti in questo senso di cancellare, se hai bisogno per te, copiatelo in una pagina di word.
Ti abbraccio con affetto
Franca

Anonimo ha detto...

Ciao Fiorellino, che bello il tuo sogno !!! Ero sur les Champs Elysèes, proprio l'altra sera.... uno spettacolo! Esattamente come descrivi nel tuo sogno. Dovresti scriverli e creare il libricino dei "Sogni Felici "... io te lo comprerei ! Baci io

sabrina ha detto...

Ti mando un abbraccio forte e ti auguro un buon fine settimana ciao da Sabrina

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Syl, intanto buom giorno, poi ti dico, che ho parlato col vivaista per quanto riguarda il piantare il Calicanto, come prevedevo, ha detto che non c'è nessuna controindicazione, tranne che il terreno deve essere accessibile, cioè nè con sopra la neve, nè ghiacciato, già si parla che verrà altra neve, ad ogni modo il concetto è che: va bene farlo anche oggi stesso, terreno permettendo come ti ho detto sopra, poi una volta piantato, non importa, se arriva in un secondo tempo la neve o il ghiaccio, ma al momento dell'impianto il terreno deve essere agibile.
Un caro abbraccio unito ad una buona domenica, qui c'è un sole magnifico, e immmagino anche lì da te...che bello che hai scelto una violetta per immagine al tuo sogno.
abbraccio
Franca

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Syl, ti ho letta da me, e ora sono qui.
La prima precisazione, non ho pensato che tu avessi bisogno di affidarti ad un analista, perchè i tuoi sogni sono troppo belli per farlo pensare,sono contenta nel sentirti dire che ti fa piacere che cogito sui tuoi sogni.
Detto questo, arrivo all'altra cosa importante l'interpretazione di un sogno non è una banco di prova, e quello che tu mi hai suggerito di quello che ti viene in mente delle cose che ti ho chiesto va bene così.
Ma chi ha la passione dei sogni comne me, è come se si trovasse davanti ad un cruciverba che sa per certo che risolvendolo ti dà un messaggio, ma fino a quando uno non è costretto per motivi che possono essere vari a prendere in considerazione i propri sogni, si può anche ignorare tutto e godere delle immagini che ci offrono, quando come nel tuo sono così belli.
Del resto, io sono sempre qui, (almeno spero per ancora un po')e sarò sempre molto contenta quando vedrò un post, dedicato ad un tuo sogno.
Come ti avevo detto, io i sogni li raccolgo da più di venti anni,e ho potuto seguire nell'arco delle mie varie vicende come hanno seguito gli eventi, e sono stati a volte belli, altre molto brutti, ma io avevo un appuntamento obbligato con questa materia, un po' come dici tu...del tuo amore felice con tuo marito, che forse ipotizzi che hai dovuto pagare quasi un tributo per poterlo avere, di me ti posso dire...che sono contenta di me nell'insieme, ma la mia vita è stata tragica anche se non la cambierei perchè mi ha fatto arrivare ad essere quella che sono e non vorrei essere un'altra persona...io non ho avuto un Amore felice, però sono una passionale e non rinnego niente del mio vissuto, sono divorziata da molti anni, ma l'uomo che ho sposato e dalla quale mi sono separata, per quella che ero io allora anche col senno del poi, lo risposerei ancora....ma è probabile che anch'io ho dovuto pagare un tributo molto alto per la mia passione.
Ti lascio un abbraccio e ti auguro, una buona serata e sarò curiosa di vedere quando pianterai il Calicanto.
Ciao Syl
Franca

Donnachenina BLOG ha detto...

No Syl, quel film che mi indichi non l'ho visto e magari lo cerco per vederlo.
Non credere però che volevo avvicinare l'Olocausto, con la vicenda del video del mio post, sono cose imparagonabili per estensione e tutto il resto, ma era solo così perchè questo film, spesso mi ritorna alla mente , avendo a quei tempi 20 anni e avendomi impressionato molto.
Come sempre un abbraccio ciao

Emi ha detto...

io adoro pattinare sul ghiaccio...mi sembra di volare...sempre che non cado:)..è un pò che nn pattino, ma quando ci andavo ogni tanto qualche caduta c'era ...e che mal di....il giorno dopo:)
ps. bellissima l'immagine:)
a presto cara...un abbraccio