venerdì 30 gennaio 2009

Gabbie.

Quante gabbie conosce il mio cuore.
Quante prigioni nelle quali ho rinchiuso antiche e recenti spine, che tormentano il mio fianco.
Voglio custodirle ma dimenticarle nel sotteraneo buio della mia anima.
Quante corde allentate perchè il nodo si stringesse, quanto freddo patito per la gioia del calore arrivato.
Ricordi che riaffiorano ad occhi chiusi, per farsi spolverare ad occhi aperti, rivissuti coscientemente e consapevolmente cacciati in gabbia.
Alcuni col sorriso, altri con nostalgia.
Paure e speranze che combattono.
Io, armata solo del mio sorriso, cerco di ripararmi e di difendermi, certa che solo nella battaglia c'è la vita e che nella pace meritata, la serenità.

7 commenti:

parolearia ha detto...

ti voglio bene Azzo e ti stringo la mano più spesso di quanto tu creda!

Anonimo ha detto...

Un arcisupermega abbraccio. io

Zilia ha detto...

Cara , cara Sylvia che bella filosofia che segui...una grande ammirazione ed un gran bene..che ti voglio Zilia

sabrina ha detto...

Ciao ti volevo salutare e augurarti un buon fine settimana, ciao da Sabrina

Emi ha detto...

combattere è l'unico modo per sopravvivere...e per vivere.
l'unica arma che ci è disponibile, che nessuno può toglierci, anche se a volte si combatte a mani nude e le spine ci si conficcando nelle mani e nei fianchi.
Spero che nel tempo con la mia presenza io possa aiutarti a togliere anche solo una delle spine nel fianco, come lo stai facendo tu con me...un abbraccio cara syl...Emanuela
ps queste parole che mi sai regalare sono importantissime, non sai quanto.
pps penso a quanto sono contenta di averti scoperta per caso girando fra i blog amanti dei cani, a volte la vita sa regalare cose immensamente splendide e tu lo sei sicuramente

Emi ha detto...

cara syl, le parole che ho scritto sono solo il frutto del mio pensiero, che quando sono qui nel tuo spazio riesce a parlare liberamente...sarà che mi sai far stare bene, sarà che con le tue parole mi sai far riflettere e sorridere, mi sai far vivere le tue emozioni belle e a volte meno belle, sarà che ho trovato in te un'amica davvero speciale...e volevo dirtelo...ancora un abbraccio forte...Emanuela

Maurizio ha detto...

La gabbia del nostro cuore... lottiamo per custodirla e ci accorgiamo che liberarla è ciò che ci fa vivere...