domenica 20 dicembre 2009

- 9.





E' da 15 anni che abito qui.
Non avevo ancora visto il termometro segnare -9!
Questa mattina alle 8.45, stava per sorgere il sole dietro alla collina ed eravamo intrappolati dal gelo.
Fantastico.
Un silenzio surreale avvolgeva ogni cosa, interrotto solamente da qualche lontano scricchiolìo, sembravano i lamenti degli alberi, avvinghiati dalla bassissima temperatura.
Per domani hanno previsto ancora neve, così Roby ha rifornito la mangiatoia degli uccellini di semi e cibo in quantità industriale!
Sono piccini ma mangiano come condor.....meno di tre settimane fà avevo inserito una torta del Mulino Bianco scaduta, intera e qualche manciata di biscotti rotti!!
Hanno mangiato tutto.....non è rimasta nemmeno una briciola!
Oggi giornata di pacchetti e relax e perchè no, magari per cena faccio una bella focaccia bollente, cipolle, olive e qualche fettina di pancetta.....con questo freddo si può anche esagerare!!
Bye..........

6 commenti:

calendula ha detto...

mamma mia.... non oso immaginare... io amo molto l'inverno ma mi basta quello sardo... vento freddo, certo, ma la neve noooooooooooo... che buona la focaccia... mi adotti?

ALEPH ha detto...

Pure qui...infatti me ne sto al calduccio sotto il piumone : una occhiata alla TV, una al giornale, una al pc, una al marito ( col suo pc)...questo non è un letto, è un monolocale

parolearia ha detto...

meraviglia delle meraviglie anche qui da me, seppur in sobborgo milanese, sicuramente meno romantico !

monteamaro ha detto...

Ciao Syl, quanti ricordi dalle tue foto bianche di gelo...
Mattini milanesi in auto, verso il mio lavoro, tappa all'asilo, poi cappuccio e brioche per ben cominciare.
A ricordarlo quel freddo non mi pare possibile, averlo "sentito" e patito!
p.s. vi ho ammirato immaginandovi in versione S. Francesco, e mi è sembrato giusto che anche gli uccelli, abbiano potuto avere la loro "Casa del mulino bianco."
Eccezzionali tu e Roby!
Riguardati.
1 abbraccio.

Anonimo ha detto...

Ciao Fiorellino,
hai ragione è uno spettacolo !!! Questo tipo di fredo punge un pò, ma essendo secco si sopporta più facilmente di quello umidiccio e starsene fuori a respirare quest'aria così profumata, è un vero piacere !
Ti mando un bacio e se ci siete veniamo x gli auguri.
io

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Syl-vietta, leggere i tuoi post...è sempre un po' come immergersi in una bella favola...gli uccellini, il giardino, lo scricchiolio degli alberi, sono cose davvero impagabili e fantastiche, certo non le amano quelli che vivono solo per il palcoscenico!
Ma io ad esempio, a volte, quando sto molto male, l'unico mi desiderio sarebbe quello di avere una casa tutta mia, e un piccolo spiazzo fuori dall'uscio per farmi due passi con una sigaretta per compagnia, anzichè la compagnia da me poco gradita dei miei pur innocenti condomini (che purtroppo io non amo) che mi tengono compagnia con rumori molesti, e al massimo centrifughe di lavatrice in azione.....mah, vedremo se prima che sia troppo tardi non riesca in qualche modo (che ora non so quale potrebbe essere) di realizzare questo sogno (mi accontenterei di una piccola catapecchia...purchè fuori da un condomio!!)
Ti ho tediata ancora una volta, con questo argomento, e non mi piace farlo...ma è più forte di me, sta diventando per me una ossessione, che riesco a tenere a bada solo quando mi immergo anche con grande sforzo nel tentativo di fare un nuovo acquerello...una specie di piccola droga...basta...basta..
cerchiamo di superare queste cose, e vedere il lato buono in ogni situazione se no non se ne esce più!
Le tue immagini, mi fanno sempre sognare...fra le persone che conosco, sia via web che nella realtà, sei quella che più di chiunque rispecchi una visione di vita che io condivido in pieno anche se il mio destino è andato in tutt'altra direzione...posso dire con parole diverse, che se con la sola volontà avrei potuto scegliere uno stile di vita, il tuo modello sarebbe stato il mio preferito.
Ti abbraccio cara Syl-vietta, non so se la realtà mi renderebbe una sensazione diversa, ma quel tuo musetto ha un qualcosa che mi ispira uno strano sentimento...il tuo viso ha un chè che non saprei definire...tra la tenerezza e la sfida, una espresssione che spesso la si può notare nei visi degli adolescenti.
Spero che in quello che ho detto, non ci sia qualcosa che ti possa dispiacere, perchè io lo sento con molto affetto e simpatia quello che ho detto.
Ci sentiamo presto, un abbraccio
Franca