giovedì 17 marzo 2011

Il Generale.

Giuseppe Sirtori (Monticello Brianza, 1813 – Roma, 1874) è stato un presbitero, politico e patriota italiano, fervido repubblicano e combattente alla difesa di Venezia nel 1849. Capo di Stato Maggiore di Garibaldi lungo l’intera spedizione dei mille. Come generale nel Regio Esercito combatté con valore a Custoza e fu cinque volte deputato. La sua movimentata esistenza racchiude l’intero spettro delle possibili evoluzioni politiche del lungo Risorgimento italiano.
Ciò doverosamente premesso, proseguiamo a pH 2.
Ieri sera, ore 19.45, orario studiato a tavolino da geniali esperti di marketig, squilla il telefono.
Brandendo l'affilatissima mezzaluna, che stavo utilizzando per preparare un delizioso sughetto, del quale vi darò dopo la ricetta, pulisco le mani e rispondo.
Dall'altra parte del filo, una giovane voce maschile, devastata da un accento non identificabile e da una sintassi improbabile, mi assale dicendo:" Sarve signò, sò daa sasse, una nuova società di telefoni, stamo arrivati a Sirtòri, dove stà llei, ce interessa vero?".
Povero.
La mia reazione non è stata delle più concilianti (anima labronica+orgoglio nazionalista........potete immaginare!).................
"Innanzitutto il paese si chiama Sirtori, accento sulla prima "i" e non Sirtòri e non rida, perchè alla vigilia dei 150 anni dell'Unità d'Italia, le farebbe assai bene tornare sui libri di scuola, elementare naturalmente!".
Risposta dell'incauto iterlocutore:" Ma si potrei parlà cor suo marito pe fà un accordo?"
Risposta dall'acida labronica:" No, a casa nostra non vigono leggi sessiste e dell'amministrazione, me ne occupo personalmente. Buona serata e vada a studiare, le farebbe bene anche al carattere. Buona serata"
Riappendo orgogliosa e continuo col sugo: mettere su un tagliere una manciata di capperi di Pantelleria sotto sale ben lavati, 4 pomodori secchi sott'olio ed una buona quantità di olive Taggiasche sott'olio. Con la mezzaluna tritate tutto finemente e scaldare leggermente in un tegame. Lessare la pasta e condirla con questo gustosissimo intruglio!
Buon appetito ed ancora W l'ITALIA UNITA!
Bye........................

5 commenti:

Ely ha detto...

sbadabammmm svenuta dal ridere! e la pasta? quasi uguale alla mia che ho preparato per il compleanno dell'italiama giuro che non ti ho copiato :-)))) baci

Sara ha detto...

Mica era straniero? perché anche a me è capitato. Lei Iene hanno fatto un servizio sui call center che si sono trasferiti...in India!

Adriano Maini ha detto...

Ecco, che le olive siano sempre quelle taggiasche. Sono quelle ... delle mie parti!

Anonimo ha detto...

Ciao tesoro bello ,l'ignoranza non ha limitie il consigliare i banchi delle Elementari è stato il meno che tu potessi consjgliargli.La ricetta è uno sballo noi l'avevamo realizzata mi pare la sera prima. Un bacione grosso baltuo babbo

kupoaare ha detto...

Couldnt agree more with that, very attractive article

online pharmacy